Il Portale Ufficiale della SPEDIZIONE

Un nuovo Sito WEB Explora, creato da JMOTION che dia la possibilità di fruizione ed informazione scientifica e geografica per la miglior comprensione delle aree remote d’Himalaya rafforzando la ricerca, l’esplorazione ed gli aiuti umanitari in una delle ultime frontiere dell’alpinismo himalayano. La dove l’Esplorazione diventa Cooperazione…si dove le più alte vette della Terra si sono “svegliate” con due forti sisma 7.8 Richter, Langtang Himal area, e il sisma 7.4 Richter Rolwaling Himal area. E si…noi saremo proprio lì, in aiuto ai fratelli nepalesi, in collaborazione con gli Mount Everest Summitter’s Club per i villaggi d’alta quota di Beding e Na e con la SRDC di Kathmandu per il villaggio di Jagat. Ora o mai più…gesti semplici di mutua assistenza e donazioni a difesa della cultura Sherpa nella valle sacra ai piedi del Gaurishankar. La ricerca scientifica di antropologia genetica sarà in collaborazione con il BiGeA di Bologna – ALMA MATER STUDIORUM. Nei villaggi d’alta quota il riferimento d’eccellenza in Nepal è una figura di estrema importanza in termini di cultura del luogo e di conoscenza dell’area, la leggendaria guida himalayana Dorjie Sherpa, che avrà il compito di indicare la giusta via alla Extreme Malangur Expedition nei luoghi sacri del popolo Sherpa. La missione prevede un percorso assai arduo, tra foreste inesplorate, pareti di roccia e ghiaccio inviolate e laghi ritenuti sacri, tra le dimore degli Dei, nella terra la Dea Madre Arcaica. L’obiettivo infatti è quello di esplorare nel prossimo mese di ottobre l’area del Rolwaling Himal, tra remoti villaggi (Simigaon, Beding, Na) e monasteri buddisti, inerpicandoci per le foreste verticali del Gaurishankar, dai 1000 metri ai 3600 metri, alla ricerca dello Yeti. Ambienti remoti e selvaggi abitati dal cobra reale,da ragni giganti , sanguisughe e scimmie, proseguiremo per poi lasciarci alle spalle l’ultimo villaggio estivo di Na a 4180 metri, dirigendoci nel profondo ghiacciaio Drolambau estremo, luogo himalayano, dove la cui la presenza-credenza Sherpa dell’ “uomo delle nevi” è realtà e non leggenda. La missione EME2015 sarà caratterizzata da una complessa logistica: permessi e documenti governativi del Nepal per accedere nelle aree protette himalayane , portatori, cuochi, guida Sherpa, tende da campo e da alta quota, viveri, medicinali e attrezzi vari, come nel videogioco, serviranno per affrontare le impervie zone himalayane; oltre a ramponi da ghiaccio, zaini, piccozze , scarponi da ghiaccio, per scalare le pareti e tutto quello che serve per affrontare al meglio questo affascinante viaggio, che potrebbe svelare, una volta per tutte, il grande mistero che si cela dietro il simbolismo della figura dello Yeti…

Leave a Reply