Explora Limits

Seconda Intervista

By | Explora Nunaat International | No Comments

Martedì 20 ottobre 2015, alle ore 17.00, è andata in onda l’intervista che ha sfidato il satellite.

Ascolta subito l’intervista andata in onda oggi.

Grande successo per il secondo collegamento satellitare tra Radio DeeJay e il team Extreme Malangur Expedition. Ai microfoni di Nikki, speaker del programma radiofonico “Tropical Pizza“, il capo spedizione Davide Peluzzi.

 

Extreme Malangur Expedition 2015 su Radio DeeJay

By | Explora Nunaat International | No Comments

Martedì 20 ottobre 2015, alle ore 17.00, è andata in onda l’intervista che ha sfidato il satellite.

Ascolta subito l’intervista andata in onda oggi.

Grande successo per il primo collegamento satellitare tra Radio DeeJay e il team Extreme Malangur Expedition. Ai microfoni di Nikki, speaker del programma radiofonico “Tropical Pizza“, il capo spedizione Davide Peluzzi direttamente da Na, villaggio situato a 4.200 m., nei pressi della valle del Rolwaling, in Himalaya. Continua tra foreste e scimmie, infatti, la missione iniziata lo scorso lunedì 12 ottobre 2015, accompagnata da una equipe composta da monaci buddisti, metereologi e biologi. A far parte della spedizione anche il Vice Sindaco del piccolo paese alle pendici della Majella, Fara San Martino, noto anche come il paese della pasta, cittadina che ha istituito un gemellaggio con il villaggio di Beding. Diverse le motivazioni che sono alla base della spedizione, ricorda Nikki durante l’intervista: umanitarie, scientifiche e di ricerca. “Il team Explora è da molti anni in Himalaya, con ricerche sulla genetica delle popolazioni Sherpa e sulle forme di vita che sono nella zona himalayana. La nostra ricerca è legata al Gigantopitecus – svela Peluzzi – una grandissima scimmia che viveva fino a 9 mila anni fa”. “Le interviste fatte nei giorni scorsi ai monaci del villaggio di Beding – ha continuato Davide Peluzzi della Explora Limits – ci hanno confermato che il Gigantopitecus non è altro che una grossa scimmia, come lo è l’Orangotango (letteralmente Uomo della Foresta) e che proprio mesi fa è stato da loro avvistato all’interno della foresta del Nepal”. I primi avvistamenti di Yeti o Gigantopitecus risalgono addirittura al 1400, ricorda Nikki, e, diverse spedizioni testimoniano di peli ritrovati, impronte e di esemplari maschi alti circa 3,20 m. Lo stesso Dalai Lama testimonia di aver avvistato questa creatura, che normalmente abita le loro zone e che raramente si fa vedere.  Per l’importanza scientifica del progetto, l’Extreme Malangur Expedition collabora con il BigeA di Bologna (Dipartimento di Scienze Biologiche e Ambientali dell’Università di Bologna).

Al momento i membri del team Explora stanno distribuendo creme ad alta protezione, forniti dallo sponsor BIOApta, ai loro portatori Sherpa, per il raggiungimento dei ghiacciai in alta quota.